7 motivi per cui i tuoi semi non germogliano e cosa fare a riguardo!

giovedì, 01 marzo 2018

7 motivi per cui i tuoi semi non germogliano e cosa fare a riguardo!

Pur facendo tutto giusto, i semi che pianti semplicemente non ne vogliono sapere di germogliare. Ti spieghiamo i 7 motivi più comuni per cui i semi non germogliano e ti offriamo 5 consigli per risolvere il tuo problema.

1. Il seme è troppo vecchio

Sì, anche i semi hanno una data di scadenza. Più vecchio è il seme, più debole è la sua capacità di germogliare. Ecco una panoramica della durata dei semi più comuni:

  • 1 anno: cipolla, erba cipollina, aglio, pastinaca
  • 2 anni: carote
  • 3 anni: sedano, finocchio, spinaci
  • 4 anni: ravanelli, piselli, fagioli, rape, lattuga
  • 5 anni: pomodori, cavoli, zucca, cetriolo

Quindi, se i tuoi semi non germogliano, potrebbero essere troppo vecchi. Dai un'occhiata alla confezione, dovrebbe esserci una data di scadenza. Puoi anche fare un semplice test per vedere se i tuoi semi sono ancora in grado di germogliare: prendi un pezzo di carta assorbente da cucina umida, spargi alcuni semi su di esso e arrotolalo. Quindi mettete la carta arrotolata in un sacchetto di plastica, in cui hai precedentemente praticato dei piccoli fori. Mantieni il tutto a temperatura ambiente e controlla se le piantine si formano entro il tempo stabilito. Se più della metà dei semi è germogliata, i semi sono ancora utilizzabili. Se spuntano meno piantine, meglio non usare quei semi.

2. I semi non sono stati conservati bene

Se i semi sono stati conservati in modo errato durante i mesi invernali, possono sorgere problemi di germinazione anche all'inizio della stagione della semina. Per evitare ciò, dovresti sempre conservare i semi in un luogo fresco e protetto dalla luce. Assicurati che ci sia una buona circolazione dell'aria e assicurati di imballare i semi in modo che siano areati per evitare la formazione di muffe. I sacchetti di carta sono l'ideale, mentre i sacchetti di plastica sono la soluzione peggiore. Se i tuoi semi sono essiccati al cento per cento, puoi anche conservarli in un barattolo con tappo a vite.

3. Fa ancora troppo freddo

Non è raro che temperature del suolo troppo basse impediscano ai semi di germogliare. Per andare sul sicuro, dovresti quindi aspettare un po' più a lungo prima di seminare all'aperto rispetto a quanto indicato sulla confezione dei tuoi semi. Se il terreno è quindi significativamente più caldo, la germinazione è spesso anche più veloce del previsto. Un altro vantaggio: a temperature più elevate, le piantine non vengono invase dalle erbacce così rapidamente come in caso di temperature più basse.

4. Il substrato sbagliato

Il substrato deve adatto alle piantine che vogliamo seminare. In generale, si consiglia di scegliere un substrato allentato e friabile con un contenuto di nutrienti piuttosto basso per consentire ai semi di germogliare in modo ottimale. Oltre alle cialde di cocco e al terriccio speciale per piante giovani, puoi anche creare il terreno tu stesso. Puoi miscelare una parte di terreno da giardino setacciato, una parte di compost setacciato e una parte di sabbia. I terricci pesanti con un'alta percentuale di argilla non sono affatto adatti, poiché è molto difficili da penetrare per le giovani radici.

5. Una semina sbagliata

Quando si sceglie di utilizzare dischi o nastri di semi, purtroppo le cose possono andare storte. Sebbene questi ausili abbiano lo scopo di semplificare la semina, ci sono alcuni punti importanti da considerare. Nastri e dischi devono essere completamente inumiditi dopo essere stati stesi. Solo dopo averli bagnati completamente, puoi coprirli con la terra. Inoltre, il terreno deve aderire bene al nastro o al disco e non essere troppo lento, altrimenti le radici delle tue giovani piante non riusciranno a far presa.

6. Troppa poca acqua

La mancanza d'acqua è una delle cause più comuni per cui i semi germinano. Soprattutto dopo la semina e nella fase di germinazione, è bene assicurarsi di mantenere il terriccio ben umido in modo che i semi possano gonfiarsi e germogliare. In questa fase, troppa poca acqua porta inevitabilmente alla morte delle teneri piantine.

7. Una profondità di semina sbagliata

In linea di principio, i semi possono essere suddivisi in semi che hanno bisogno di luce e semi che hanno bisogno del buio. I semi piccoli non vanno seminati in profondità e andrebbero coperti a malapena di terreno in modo che la piantina possa raggiungere facilmente la superficie. I semi più grandi, al contrario, devono andare più in profondità nella terra. Tieni presente questa regola di base. È possibile utilizzarla come guida se non si dispone di informazioni sulla corretta profondità di semina.

Il tuo piano in 5 fasi per ottenere piantine robuste

Se segui alcuni semplici suggerimenti, puoi aumentare in modo significativo il tasso di germinazione dei tuoi semi e ottenere tante piantine forti e sane.

  1. Metti i semi in ammollo prima della semina. I semi con un guscio particolarmente duro andrebbero messi in ammollo prima della semina o, se possibile, strofinati delicatamente con della carta vetrata. In questo modo per la piantina sarà più facile germogliare.
  2. Usa terriccio speciale o fibra di cocco. I terricci specifici per la germinazione e poveri di sostanze nutritive non solo offrono ai semi le condizioni ideali, ma assicurano anche la formazione di radici forti. Tuttavia, poiché in seguito le piante avranno bisogno di un ambiente ricco di sostanze nutritive, ti consigliamo di riempire la metà inferiore dei vasi con terriccio ricco e la metà superiore con terriccio specifico per la germinazione. Quando le radici delle piante sono abbastanza lunghe, raggiungono automaticamente il terriccio ricco di sostanze nutritive.
  3. Assicurati che ci sia abbastanza calore e umidità . L'aria secca degli interni non è ideale per la germinazione. Le mini serre e i set di coltivazione, dotati di coperchi trasparenti, assicurano invece le condizioni di germinazione ideali e costituiscono un ottimo rimedio al clima casalingo sfavorevole. Se il coperchio non ha aperture di ventilazione, basta rimuoverlo per alcuni minuti ogni giorno per prevenire le infezioni fungine facendo circolare l'aria.
  4. Mantieni il terreno ben umido. L'irrigazione regolare è fondamentale per far germogliare i semi. È meglio usare un atomizzatore in modo che i semi più piccoli non vengano portati via dal substrato.
  5. Usa uno spago per piante. Quando si semina direttamente nel campo, uno spago per la semina è uno strumento molto utile con il quale è possibile mantenere la distanza adatta tra le file e una linea di semina diritta. Questo rende molto più facile la semina di semi molto piccoli.

Crea la tua oasi verde con il giusto know-how

Evita gli errori che ti abbiamo indicato e applica i nostri consigli e vedrai che riuscirai a far germogliare i tuoi semi!

Prodotti utili per la coltivazione: